Su di me

Famiglie, artigiani, industriali investono nel sogno della loro vita per creare quel luogo dove si raccolgono le aspettative di vita, di procreazione, di sviluppo, di crescita.
Tutto questo non può essere avulso dal contesto. La residenza ha bisogno di un ambiente diverso dalla fabbrica o dal negozio. Allargo i miei orizzonti, vedo le cose da una prospettiva più ampia, e mi rapporto con l’ambiente. Noi modifichiamo il territorio ed abbiamo il dovere di farlo nel rispetto di noi stessi e, soprattutto, dei nostri figli.
Capisco che tra l’uomo e l’ambiente ci sono delle connessioni. Queste possono essere positive o negative e comincio ad approfondire il concetto. La qualità della vita all’interno degli edifici non è soltanto un mero rapporto aero-illuminante o un parametro igienico-sanitario. Locali simili (oggi l’edilizia residenziale è abbastanza standardizzata) ma posti in ambienti diversi rilasciano sensazioni contrastanti.
E qui l’orizzonte si allarga ancora di più e scopro come la terra influenza l’uomo, come i materiali inquinano la casa, come antiche discipline ti possono aiutare nel realizzare la casa dei sogni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *